Jaime Dolce alla Cantina Garibaldi giovedì 27 dicembre

Jaime Dolce alla Cantina Garibaldi giovedì 27 dicembre

Chiudiamo il 2018, anno di grandi cambiamenti e soddisfazioni, con il blues funky rock del nostro amico Jaime Dolce! 

Jaime Dolce è cantante, song writer, suonatore di chitarra e arriva dalla Grande Mela.

Lo strepitoso chitarrista americano, arrivato in Italia per suonare con Davide Van De Sfrosspresenta in anteprima alla Cantina il suo secondo album. Uno spettacolo entusiasmante di Blues che vi farà sudare per intensità e durata(di solito non smettono più di suonare!). Il suo biglietto da visita sono 4 anni di tour continui nei migliori locali di New York. La nota rivista americana “Tristan Blues” definisce il suo stile come una combinazione fra le radici del Blues del Mississipi e il funk elettrico della Band of Gipsy di Jimi Hendrix. La sua musica elettrizzante trova riferimenti nei Living Colour, Stevie Ray Vaughan, Bob Dylan, Lenny Kravitz.
Ha collaborato prima negli States poi in Italia con numerosi artisti di fama internazionale: Wilson Pickett, Mick Abrahams dei Jehtro Tull, Zucchero, Van De Sfroos… Un Guitar Hero dalla rifinitura tagliente!

Nel primo disco, registrato in America Jaime ha suonato tutto: chitarra, batteria, basso ,e ffetti e rumori! Nel suo secondo disco,”Elevation Blues” (che troviamo veramente interessante!!) Jaime mescola Blues, Funky, Reggae. Protagonista di diversi tour in Italia ed in Europa con questo suo ultimo lavoro, fatto tutto di composizioni originali e due covers riarrangiate, ha creato uno stile molto personale e riconoscibile.

Jaime vanta collaborazioni con diversi artisti e si presenta in questo concerto alla Cantina Garibaldi accompagnato dai musicisti dell’etichetta Kayman Records: MARTIN IOTTI al basso, musicista-produttore e session-man di diversi nomi internazionali come Shawn Pittman, Andy Just, Texas Slim, Alex Schultz, Brian Templeton. e alla batteria il bravissimo OSCAR ABELLI che ha suonato con i migliori musicisti della scena mondiale ricordiamo Barry Harris, Larry Nocella, Massimo Urbani, Keith Ferguson, Alan Haynes, Cris Gage, ed in Italia con Ivan Graziani, Tolo Marton solo per citarne alcuni.

 

Jaime si racconta in questo nuovo progetto: “Vedo che il mondo è diventato schiavo dei soldi, le persone credono veramente che senza soldi non siamo niente e questa mancanza di umanità mi ha fatto pensare che sarebbe bello cantare l’idea che c’è di più nella vita… perché io lo so che c’è molto di più (come hanno detto Stevie Wonder con “Higher Ground” e Sly&The Family Stone con “Higher”) io lo so che dobbiamo elevarci.”.

Il suo ultimo lavoro è stato così definito: “… sexy, carico di blues feel, irriverente, di sinistra, cosmopolita, melodico senza essere melenso, impreciso ma attraente come una bella donna di 40 anni. È musica per peccatori senza peccato.” W. Trentini (Bluesman)

Tra i vari progetti che segue, c’è n’è uno di acustica, uno dedicato a Jimi Hendrix e un gruppo blues che esegue i classici da Chicago al Texas, passando per interpretazioni originali di classici dalla Mississippi Delta.

Porterà il suo blues funky-rock cattivo da noi, giovedì 27 dicembre!

Jaime Dolce è cantante, song writer, suonatore di chitarra e arriva dalla Grande Mela.

Lo strepitoso chitarrista americano, arrivato in Italia per suonare con Davide Van De Sfrosspresenta in anteprima alla Cantina il suo secondo album. Uno spettacolo entusiasmante di Blues che vi farà sudare per intensità e durata(di solito non smettono più di suonare!). Il suo biglietto da visita sono 4 anni di tour continui nei migliori locali di New York. La nota rivista americana “Tristan Blues” definisce il suo stile come una combinazione fra le radici del Blues del Mississipi e il funk elettrico della Band of Gipsy di Jimi Hendrix. La sua musica elettrizzante trova riferimenti nei Living Colour, Stevie Ray Vaughan, Bob Dylan, Lenny Kravitz.
Ha collaborato prima negli States poi in Italia con numerosi artisti di fama internazionale: Wilson Pickett, Mick Abrahams dei Jehtro Tull, Zucchero, Van De Sfroos… Un Guitar Hero dalla rifinitura tagliente!

Nel primo disco, registrato in America Jaime ha suonato tutto: chitarra, batteria, basso ,e ffetti e rumori! Nel suo secondo disco,”Elevation Blues” (che troviamo veramente interessante!!) Jaime mescola Blues, Funky, Reggae. Protagonista di diversi tour in Italia ed in Europa con questo suo ultimo lavoro, fatto tutto di composizioni originali e due covers riarrangiate, ha creato uno stile molto personale e riconoscibile.

Jaime vanta collaborazioni con diversi artisti e si presenta in questo concerto alla Cantina Garibaldi accompagnato dai musicisti dell’etichetta Kayman Records: MARTIN IOTTI al basso, musicista-produttore e session-man di diversi nomi internazionali come Shawn Pittman, Andy Just, Texas Slim, Alex Schultz, Brian Templeton. e alla batteria il bravissimo OSCAR ABELLI che ha suonato con i migliori musicisti della scena mondiale ricordiamo Barry Harris, Larry Nocella, Massimo Urbani, Keith Ferguson, Alan Haynes, Cris Gage, ed in Italia con Ivan Graziani, Tolo Marton solo per citarne alcuni.

 

Jaime si racconta in questo nuovo progetto: “Vedo che il mondo è diventato schiavo dei soldi, le persone credono veramente che senza soldi non siamo niente e questa mancanza di umanità mi ha fatto pensare che sarebbe bello cantare l’idea che c’è di più nella vita… perché io lo so che c’è molto di più (come hanno detto Stevie Wonder con “Higher Ground” e Sly&The Family Stone con “Higher”) io lo so che dobbiamo elevarci.”.

Il suo ultimo lavoro è stato così definito: “… sexy, carico di blues feel, irriverente, di sinistra, cosmopolita, melodico senza essere melenso, impreciso ma attraente come una bella donna di 40 anni. È musica per peccatori senza peccato.” W. Trentini (Bluesman)

Tra i vari progetti che segue, c’è n’è uno di acustica, uno dedicato a Jimi Hendrix e un gruppo blues che esegue i classici da Chicago al Texas, passando per interpretazioni originali di classici dalla Mississippi Delta.

Porterà il suo blues funky-rock cattivo da noi, giovedì 27 dicembre!